Eventi

Compleanno con la scienza

slide4

Invita tutti i tuoi amici a festeggiare il compleanno giocando con la scienza al Museo di Firenze Scienza e Tecnica! Con le tantissime attività proposte dalla Fondazione Scienza e Tecnica, la giornata in via Giusti non potrà essere che indimenticabile...

Leggi tutto: Compleanno con la scienza

Canale Gabinetto di Fisica - Youtube

Canale Gabinetto di Fisica - Youtube

Visita il CANALE YOUTUBE della Fondazione Scienza e Tecnica, con oltre 80 video che illustrano il funzionamento di qualcuna delle oltre 3.000 macchine al Museo FirST!

Leggi tutto: Canale Gabinetto di Fisica - Youtube

Da scuola con il Museo Bus

Per-slide-Home Museobus2013 greengrass
Il progetto MuseoBus offre alle scuole un servizio di trasporto gratuito al fine di agevolare le uscite culturali delle classi per partecipare alle attività didattiche dei musei. Il MuseoBus assicura il percorso di andata e ritorno per la visita a un museo, su prenotazione e fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Il MuseoBus è sostenuto dalla Regione Toscana e promosso da un gruppo di musei fiorentini che spazia dall’arte, alla storia e alla scienza:
• Museo Galileo
• Museo FirST - Firenze Scienza e Tecnica - Planetario
• Museo della Casa Buonarroti
• Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
• Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria "P. Graziosi"
• Museo Marino Marini

Nell’anno scolastico 2014-2015 il MuseoBus sarà in circolazione sul territorio di Firenze e dei comuni limitrofi. È previsto, inoltre, un punto di raccolta alla stazione di Santa Maria Novella per le scolaresche che pervengono in treno.
Come si prenota
La scheda di prenotazione con il relativo regolamento, disponibile presso i musei aderenti e sui siti Internet di ciascun museo, deve essere inviata per fax allo 055 2757638.
Per informazioni sul servizio MuseoBus: 055 2346760.

scarica il depliant

scarica scheda di prenotazione

Archivio Eventi

 eventi1

Il progetto MuseoBus offre alle scuole un servizio di trasporto gratuito al fine di agevolare le uscite culturali delle classi per partecipare alle attività didattiche dei musei. Il MuseoBus assicura il percorso di andata e ritorno per la visita a un museo, su prenotazione e fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Il MuseoBus è sostenuto dalla Regione Toscana e promosso da un gruppo di musei fiorentini che spazia dall'arte, alla storia e alla scienza:
• Museo Galileo • Fondazione Scienza e Tecnica - Planetario • Museo della Casa Buonarroti • Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze • Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria "P. Graziosi" • Museo Marino Marini
Nell'anno scolastico 2012-2013 il MuseoBus sarà in circolazione sul territorio comunale di Firenze e dei comuni limitrofi. È previsto inoltre un punto di raccolta alla Stazione di Santa Maria Novella per le scuole che arrivano in treno.
Come si prenota
La scheda di prenotazione con il relativo regolamento, disponibile presso i musei aderenti e sui siti Internet di ciascun museo, deve essere inviata per fax allo 055 2757638.
Per informazioni sul servizio MuseoBus: 055 2346760.

 

scarica il depliant

scarica scheda di prenotazione

 COP copia

Giovedì 20 giugno 2013

Inauguriamo un nuovo ciclo di ASTROTALK in Planetario. Cinque incontri a tema tenuti dagli astrofisici dell’osservatorio di Arcetri che, durante la seconda parte dell’anno, ci accompagneranno in un viaggio “visivo” alla scoperta dell’universo!! Il primo appuntamento sarà dedicato al nostro Sistema Solare.

Ore 21:00 ASTROTALK in Planetario.Un viaggio visivo nell'Universo.

 “I. Il Sistema Solare”

tenuto da Leslie Hunt Osservatorio Astrofisico di Arcetri

Il viaggio inizia dal sistema solare, di cui saranno illustrate l'origine e le principali caratteristiche con l'aiuto delle più belle immagini ottenute dalle sonde spaziali che hanno fino ad oggi esplorato i pianeti e i loro satelliti.

Incontri adatti per adulti, appassionati, studenti delle scuole superiori.

Ricordiamo che durante le conferenze l’uso del Planetario è a discrezione del docente.


Costo: € 6.00 adulti, € 5.00 minorenni. Prenotazione obbligatoria

 

Per informazioni e prenotazioni:

 Tel. 055 29 48 83 (da lunedì a venerdì 8.30-18.30 / Sabato 8.30-12.30)

 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

locandinamusica

Per info e prenotazione :
da lunedì a venerdì 9,00-16,00
tel. 055 2343723

 PLACES

*FIRENZE FIOR DI SCIENZA*


Sabato 11 maggio, nell’ambito del Festival d’Europa,  si è svolta la premiazione dei vincitori del concorso ‘Firenze Fior di Scienza’  https://sites.google.com/site/fiordiscienza/  promosso dall’assessorato all’università e alla ricerca in collaborazione con enti e istituzioni impegnate in attività di comunicazione scientifica: Museo Galileo - Istituto e museo di storia della scienza, Università di Firenze con il Museo di storia Naturale, Openlab e Centro per lo studio di dinamiche complesse, Fondazione scienza e tecnica - Planetario, Il giardino di Archimede - Un Museo per la matematica, Caffè scienza Firenze, Inaf Osservatorio astrofisico di Arcetri, Mnaf (Museo nazionale Alinari della fotografia), Instm (Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali).
http://www.youtube.com/playlist?list=PL6ZIDUpn1n6IFLx-HLCWe5t0x3yV9ZThX
Tema del concorso era testimoniare le esperienze scientifiche, l’attività di ricerca, le testimonianze di storia della scienza nella nostra città attraverso video digitali con l’intento di raccogliere testimonianze dell’impatto della conoscenza scientifica sulle persone, sulla loro vita, sulla loro visione del mondo.
Premio del pubblico a ‘Nel fumo di sigaretta c’é catrame’ realizzato dagli studenti della scuola secondaria di primo grado Marconi di San Giovanni Valdarno; http://www.youtube.com/watch?v=NDGBT70IJhA&;list=PL6ZIDUpn1n6IlqcH0o04VSHqaReZ2T8T3
premio della giuria a ‘Bistabilità’ di Filippo Miele
http://www.youtube.com/watch?v=fxDOL6X96IA
menzione d’onore alla scuola secondaria di primo grado Barellai di Pratolino http://www.youtube.com/watch?v=eZRBCDQD7LU&;list=PL6ZIDUpn1n6IlqcH0o04VSHqaReZ2T8T3
menzione d’onore a Chiara Marchiani http://www.youtube.com/watch?v=uEUXgRQp5U&;list=PL6ZIDUpn1n6IlqcH0o04VSHqaReZ2T8T3
Un premio anche a Margherita Bagnoli della secondaria di primo grado Calvino di Firenze
http://www.youtube.com/watch?v=F_WQOjpWi6E&;list=PL6ZIDUpn1n6IlqcH0o04VSHqaReZ2T8T3
Il concorso è realizzato nell'ambito di Places (http://www.openplaces.eu/), il progetto europeo finalizzato a costruire e sviluppare il concetto di Città Europea della Cultura Scientifica al quale Firenze partecipa assieme ad altre 68 città di 27 paesi europei.
Places: Leggi il regolamento  e scarica la scheda di adesione e Guarda i video delle istituzioni che partecipano al progetto Per ogni dubbio contattaci! Mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell:342.9341824 https://sites.google.com/site/fiordiscienza/

  icona 

Paolo Brenni ha ricevuto la medaglia M.A. Pictet per l'anno 2012

 4

Avviso esplorativo per manifestazione di interesse alla procedura di selezione di personale

AVVISO SCADUTO IL 30 GENNAIO 2013

Avviso esplorativo

Scheda

befana

 

Befana al planetario

Domenica 06 gennaio ore 16:00 e 17.30 “Il cielo del mese”
PLANETARIO PER FAMIGLIE Gli incontri della domenica consentono di avere una descrizione generale dei più importanti fenomeni celesti e di essere aggiornati sui principali eventi astronomici del mese in corso.

Alle 15:00 e 16.30 iniziamo le attività con un atelier creativo: la Befana passa in Fondazione per lasciarci carta, colori, colla ma soprattutto….caramelle! per costruire insieme la calza della Befana!
Vi aspettiamo per un pomeriggio di Planetario e laboratori tematici!!
Per famiglie (età minima 6 anni)
Costo: € 6.00 adulti, € 5.00 bambini, € 8.00 per le due attività. Prenotazione obbligatoria

Natale al Planetario

COPgrosso3 copia

- Favole sotto le stelle -

  Grossoguaio2      Ercole

Eventi

Venti d'estate al Museo

Il progetto "venti d'estate" nasce dalla collaborazione di sei musei fiorentini che dal 20 giugno al 20 luglio vogliono proporre ai soci Unicoop un programma di attività rivolte a grandi e piccoli per far conoscere le proprie collezioni con l'aiuto di guide esperte.

scarica il depliant
scarica il manifesto

Visite guidate, installazioni video, attività per bambini e conferenza al Planetario
CONFERENZA AL PLANETARIO ore 21.00
“CITTADINI EXTRAGALATTICI: come farsi coinvolgere dalle sfide dell'astronomia moderna” Paolo Tozzi - Osservatorio Astronomico di Trieste
L'utilizzo di telescopi da terra e di missioni spaziali di ultima generazione è l'espressione massima di un gesto antico e semplice come osservare il cielo, che oggi è possibile recuperare per spingersi fin dentro alle stanze segrete degli astronomi, fino a diventare "cittadini extragalattici".
Adatta per adulti, appassionati, studenti delle scuole superiori. Ricordiamo che durante le conferenze l’uso del Planetario è a discrezione del docente.
Prenotazione obbligatoria Ingresso: adulti 5.50 euro, ragazzi 4.50 euro Per info e prenotazione: tel. 055 2343723 (da lunedì a venerdì 9.00-15.00), Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
GABINETTO DI FISICA dalle 21.00 alle 23.00
“INSTALLAZIONI VISIVE E COLLEZIONI OTTOCENTESCHE Video proiezioni per comunicare il passato” Ingresso libero alla Fondazione e alle installazioni video dalle ore 21.00 alle ore 23.00 Visite guidate ogni 30 minuti; attività per bambini dalle ore 21.30
I visitatori avranno la possibilità di visitare la preziosa collezione del Gabinetto di Fisica - oltre 3000 macchine per lo studio e la didattica della fisica della seconda metà dell'Ottocento. Raro quanto prezioso connubio di esperienze scientifiche, immagini di archivio e informazioni storiche, i video saranno oggetto di suggestive installazioni nel cortile e nei locali della Fondazione e rappresentano un’occasione unica per vedere gli strumenti originali in funzione, fonte di meraviglia per i visitatori e prezioso strumento di ricerca storica e divulgazione scientifica. Dalle ore 21.30 attività per bambini sui misteri della natura, ingresso libero.

Eventi

Installazioni visive e collezioni ottocentesche Video proiezioni per comunicare il passato
Negli ultimi mesi il lavoro della Fondazione si è focalizzato sulla realizzazione di video che rappresentano alcune tra le principali esperienze ottocentesche di fisica sperimentale. Vista la complessità di esecuzione e le necessità di conservazione degli strumenti, le esperienze possono essere allestite solo in occasioni eccezionali di studio. I video rappresentano pertanto un’occasione unica per vedere gli strumenti originali in funzione, fonte di meraviglia per i visitatori e prezioso strumento di ricerca storica e divulgazione scientifica.
Presentati con ampio successo sul canale youtube della Fondazione - http://www.youtube.com/FLORENCEFST - i video saranno oggetto di suggestive installazioni nel cortile e nei locali della Fondazione, raro quanto prezioso connubio di esperienze scientifiche, immagini di archivio e informazioni storiche.
AMICO MUSEO 2012 - La Fondazione ben interpreta così il tema di quest’anno Musei in un mondo che cambia. Nuove sfide, nuove aspirazioni, che si propone di indagare le proposte dei Musei contemporanei in rapporto a un mondo che cambia sempre più rapidamente: dalle nuove tecnologie ai social media, alle nuove cittadinanze e nuovi pubblici.
Guarda il trailer dell’evento su:
https://www.facebook.com/video/video.php?v=294006527354561

Eventi 

A spasso per musei con il MuseoBus In giro per Firenze e dintorni: 15 esclusivi itinerari con visita guidata in due diversi musei


Ecco gli appuntamenti del Planetario: Il cielo e gli strumenti per osservarlo Ritrovo al Planetario, Via Giusti 29 Si prosegue per il Museo galileo Quota di partecipazione: 9,50 Euro Mercoledì 4 gennaio ore 10,00

Scarica la Brochure>>

Eventi

XXI settimana della cultura scientifica

La Fondazione Scienza e Tecnica si inserisce nel calendario delle iniziative proponendo due attività: il laboratorio narrativo-sperimentale "Elettricità e Vapore" e un PERCORSO ESPOSITIVO dal titolo “Enrica Calabresi, Clelia Cecchini e Marianna Paulucci: tre figure femminili nella storia dell’Istituto Tecnico e delle sue collezioni”.
Dall’insegnamento alla direzione, dal collezionismo alla ricerca, molteplici e diversificate sono state le direttrici mosse nel tempo intorno all’Istituto Tecnico. A percorrere queste direttrici, tra i tanti nomi prevalentemente maschili, compaiono anche tre donne che, in veste tra loro completamente diversa, hanno contribuito allo sviluppo e all’affermazione dell’Istituto Tecnico. La Fondazione Scienza e Tecnica ha deciso di ricordarle attraverso un piccolo allestimento visitabile da lunedì 17 a venerdì 23 ottobre, con orario 9,00-15,00. Le mattine di lunedì e di mercoledì, una curatrice della mostra sarà a disposizione per eventuali chiarimenti e approfondimenti.

Eventi

Elettricità e vapore Laboratori narrativo-sperimentali aperti al pubblico

Nel periodo maggio-dicembre 2011, riprende la serie di pomeriggi domenicali con attività di laboratorio aperte al pubblico dal titolo: "Dalla pila al telegrafo" e "Vapore, lavoro, energia". Nel corso di un racconto, i partecipanti saranno coinvolti in esperimenti ispirati agli strumenti scientifici della collezione storica del Gabinetto di fisica della Fondazione. Ai bambini in visita coi genitori è offerta un'attività parallela sulle collezioni naturalistiche, dal titolo "Per fare un albero ci vuole un fiore", un atelier scientifico sul ciclo biologico delle piante attraverso un percorso interattivo alla scoperta dei fiori e dei frutti.
L'iniziativa è realizzata nell'ambito del progetto Edumusei della Regione Toscana.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 055 23 43 723 (dal lunedì al venerdì ore 9.00-14.00) e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica brochure >>

Eventi

A spasso per musei con il MuseoBus In giro per Firenze e dintorni: esclusivi itinerari con visita guidata in due diversi musei
Ecco gli appuntamenti del Planetario: Stelle e dimora di Galileo Ritrovo al Planetario, Via Giusti 29 Si prosegue alla Villa Il Gioiello* (Pian de' Giullari) Quota di partecipazione: 7,50 Euro Martedì 2 agosto 2011, ore 9.30 Venerdì 30 settembre 2011, ore 9.30
* Il biglietto per Villa Il Gioiello deve essere acquistato precedentemente presso le Sezioni del Museo di Storia Naturale: Geologia e Paleontologia, Antropologia ed Etnologia, Orto Botanico.
Informazioni e prenotazioni: 055 2346760
Non dimenticarti la macchina fotografica per realizzare originali e divertenti fotografie a bordo!
Il percorso sul MuseoBus e le guide sono gratuiti, è richiesto solo il pagamento dell'ingresso ai musei, con tariffa ridotta. Al termine di ogni itinerario il MuseoBus garantisce il ritorno al museo di partenza. È obbligatoria la prenotazione (max 24 partecipanti). Prenotazioni immediate per luglio e agosto. Dal 22 agosto prenotazioni per settembre e ottobre.

Scarica depliant completo

Eventi

Giornata Internazionale ICOM 2011 Musei e memoria gli oggetti raccontano la tua storia

In occasione dell'iniziativa della Regione Toscana Amico Museo e della Giornata internazionale ICOM 2011 dedicata al tema "Musei e memoria: gli oggetti raccontano la tua storia" offrendo, il 14 maggio, un incontro aperto al pubblico sull'Istituto Tecnico Toscano fondato nel 1850 dal Granduca Leopoldo II, di cui preserva le collezioni. Sarà dedicata particolare attenzione ad alcuni oggetti e alle storie che questi, opportunamente "letti" possono raccontare. Seguirà la visita guidata al Gabinetto di Fisica.
Il programma sarà articolato come segue:

Incontro I racconti degli strumenti della scienza, ore 16.00-17.00

Visita guidata al Gabinetto di Fisica, ore 17.15 e ore 17.30


La partecipazione gratuita, la prenotazione obbligatoria. Informazioni e prenotazioni: tel. 055 23 43 723 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Museobus

Dalla Pila al Telegrafo

La Fondazione Scienza e Tecnica, nell'ambito del Piano dell'Offerta Formativa della Provincia di Firenze (a.s. 2010/2011), propone il progetto Dalla pila al telegrafo. Il progetto comprende seminari introduttivi per gli insegnanti e un modulo narrativo-sperimentale per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado. I contenuti riguardano le prime applicazioni pratiche dell'elettrodinamica e dell'elettromagnetismo alla trasformazione dei sistemi di telecomunicazione.

Scarica la scheda descrittiva del progetto >>

Museobus

Il MuseoBus per le scuole

Il progetto MuseoBus offre alle scuole un servizio di trasporto gratuito al fine di agevolare le uscite culturali delle classi per partecipare alle attività didattiche dei musei. Il MuseoBus assicura il percorso di andata e ritorno per la visita a un museo, su prenotazione e fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il Museobus nel progetto Le Chiavi della Città>>

COME SI PRENOTA La scheda di prenotazione con il relativo regolamento è disponibile siti Internet di ciascun museo. Per informazioni sul servizio MuseoBus: 055 2346760 (Tel./Fax). Per informazioni sui programmi educativi dei musei contattare direttamente i singoli musei.

Scarica la scheda di adesione e il regolamento
La scadenza per l'invio della scheda di adesione è il 15 novembre 2010.

Il MuseoBus è sostenuto dalla Regione Toscana e promosso da un gruppo di musei fiorentini che spazia dall'arte, alla storia e alla scienza. Avviato in via sperimentale nell'anno scolastico 2009-2010, il progetto MuseoBus ha riscontrato grande consenso da parte delle scuole e viene offerto anche per l'anno scolastico 2010-2011 nelle iniziative didattiche del Comune di Firenze "Le Chiavi della Città".

I MUSEI DEL MUSEOBUS - Fondazione Scienza e Tecnica - Planetario www.fstfirenze.it - Museo di Storia della Scienza (dal 2010 Museo Galileo) www.imss.fi.it - Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze www.msn.unifi.it - Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria “ Paolo Graziosi” www.museofiorentinopreistoria.it - Museo Marino Marini www.museomarinomarini.it

 

I racconti degli strumenti della scienza

La Fondazione Scienza e Tecnica, nell'ambito del progetto Edumusei della Regione Toscana, propone durante il 2010 le seguenti iniziative: - "Elettricità e vapore", una serie di laboratori a carattere narrativo-sperimentale aperti al pubblico, con attività parallela dedicata ai bambini, a partire dall'8 maggio Scarica il depliant con Info e Orari>>
- "Vapore, lavoro, energia", corsi per insegnanti sulle origini storiche della termodinamica, attivati tra aprile e dicembre Scarica la scheda di approfondimento>>
- "La scoperta dell'elettricità dinamica e la trasformazione delle comunicazioni a distanza", un progetto composto da un modulo didattico per gli studenti e seminari per insegnanti della scuola secondaria di secondo grado, attivato nel periodo-settembre-dicembre 2010 Ulteriori informazioni>>

 

Progetto EU HIPST (History and Philosophy in Science Teaching)

La Fondazione Scienza e Tecnica è partner del progetto EU HIPST (VII Programma Quadro, Area Science in Society, gennaio 2008 – luglio 2010) a cui aderiscono 10 istituzioni di 7 paesi europei più Israele. Si tratta di un'iniziativa avviata da alcuni studiosi nell'ambito dell'educazione scientifica per contribuire alla promozione dell'insegnamento scientifico attraverso l'elaborazione e la raccolta di materiali e strumenti didattici contraddistinti da una forte componente storica e filosofica e orientati all'accrescere la comprensione delle relazioni tra scienza, sviluppo tecnologico e società. Il progetto è nato, infatti, dalla convinzione che l'uso della storia e della filosofia della scienza nell'insegnamento delle discipline scientifiche costituisca una modalità efficace e culturalmente ricca per favorire una più generalizzata comprensione della scienza - aspetto centrale per lo sviluppo di una società civile moderna. Nell'ambito del progetto, la Fondazione Scienza e Tecnica ha consolidato l'attività "La scoperta dell'elettricità dinamica e la trasformazione delle comunicazioni a distanza", che include seminari per gli insegnanti e un laboratorio narrativo-sperimentale per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado, e ha elaborato e prodotto un kit di materiale didattico (CD con video di alcuni strumenti della collezione del Gabinetto di Fisica in funzione e schede di approfondimento), intitolato "Vapore, Lavoro, Energia" e centrato sulle origini storiche della termodinamica.

 

 Per fare un albero ci vuole un fiore (età: da 3 a 6 anni)

Come nasce una pianta? Com'è fatto un fiore? Ripercorriamo insieme la grande storia di un piccolo seme e scopriamo i segreti della frutta e della verdura che mangiamo ogni giorno. Ad ogni classe che parteciperà a questa attività verrà regalato il kit "Prova a far crescere un albero".

 

 

A spasso tra le costellazioni (età: da 3 a 8 anni)

Saliamo insieme su un razzo spaziale e andiamo ad aiutare Orione nella lotta contro il Toro, poi andiamo a carezzare il Cane Maggiore, a salutare i Gemelli, ma sempre facendo attenzione al Leone, e al Serpente. Un divertente gioco per i più piccoli che li trasporterà letteralmente a spasso fra le costellazioni. Tra mito e attualità impareranno a riconoscere le costellazioni e come appare il cielo da diversi punti di vista.

Il Galileoscopio (età: da 8 a 11 anni)

Galileo Galilei circa 400 anni fa puntò il suo cannocchiale verso il cielo e fu il primo ad osservare i crateri e le montagne della Luna, i satelliti di Giove, le fasi di Venere e gli anelli di Saturno. Un affascinante percorso sul telescopio galileiano che stimola gli studenti a ripetere le osservazioni di Galileo e a capire come funzionano i principali strumenti ottici. Ad ogni classe che parteciperà a questa attività verrà regalato un "Galileoscopio".

 

Energia e Ambiente (età: da 11 a 15 anni)

Che cos'è l'energia? Come funziona un pannello fotovoltaico? Viaggio alla scoperta delle fonti di energia rinnovabile, con l'utilizzo di modellini didattici interattivi, per saperne di più sul funzionamento di pannelli solari, aerogeneratori, centrali idroelettriche e sulle più attuali tecnologie nel settore.

 

Progetto IN.F.E.A. “L’energia e l’ambiente: alla scoperta delle fonti dell’energia”

Progetto IN.F.E.A. “L’energia e l’ambiente: alla scoperta delle fonti dell’energia”Dato il grande successo di visitatori e di partecipanti al progetto In.f.e.a. "L'energia e l'ambiente: alla scoperta delle fonti dell'energia" e le tante scuole che hanno preso parte al concorso abbinato (vedi sezione DIDATTICA), fino a Pasqua 2005 sarà possibile visitare l'atelier. Si tratta di una mostra guidata sull'energia, le sue fonti e le sue trasformazioni ed infine il risparmio energetico. Attraverso la predisposizione di specifici exhibit, è possibile "vedere" ed effettuare importanti esperimenti interattivi. Uno "scatolone scientifico alla scoperta dell'energia" è inoltre inserito all'interno della mostra. Lo scatolone contiene i giochi e gli strumenti necessari a seguire tutti i percorsi suggeriti dalle schede associate al materiale.

 In collaborazione con l’Osservatorio Astrofisico di Arcetri, mostra atelier “Luci e Ombre nell’universo”

In collaborazione con l’Osservatorio Astrofisico di Arcetri, mostra atelier “Luci e Ombre nell’universoLa mostra intende fornire stimoli e suggestioni che completino ed estendano l’esperienza iniziata sotto la cupola del planetario. La metodologia adottata è quella dell’educazione attiva che, attraverso l’esperienza e la prova diretta, consente di vedere con gli occhi e toccare con mano diversi aspetti che riguardano le luci e le ombre sul nostro pianeta e nell’universo in generale. Sarà possibile vedersi proiettati in una galassia, salire su un pianeta illuminato da due stelle di colore diverso, guardare attraverso una lente gravitazionale e molto altro.

 

 

Corso di Formazione IFTS “Operatore per la diffusione della cultura Scientifica e Tecnologica”.

Il corso IFTS, per giovani diplomati, è iniziato nel novembre del 2001 e terminato nel marzo del 2003 per un totale di 1200 ore. Il corso, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, è svolto in collaborazione con l’Istituto tecnico Statale “G. Salvemini”, l’Università di Firenze, il Comune di Firenze, AsseforCamere Firenze.

Corso F.S.E. “Formazione innovativa del management per la cultura”.

Il corso FSE, rivolto agli operatori degli istituti culturali fiorentini, è iniziato nel febbraio 2002 ed è terminato nel febbraio 2003 per un totale di 700 ore. Il corso si è svolto in collaborazione con l’Istituto e Museo di Storia della Scienza, la Ernest & Young Business School e AsseforCamere Firenze.

 Concorso Ti accendo la lampadina, le scuole vincitrici

Concorso Ti accendo la lampadina, le scuole vincitrici Moltissime le scuole elementari che hanno partecipato al concorso Ti accendo la lampadina, abbinato al progetto Energia e ambiente, atelier scientifico sulle fonti energetiche organizzato dalla Fondazione Scienza e Tecnica. Utilizzando la scheda-gioco consegnata ai visitatori della mostra sull’energia, i ragazzi hanno partecipato al concorso: i primi dieci classificati hanno vinto, per la propria classe, uno “scatolone scientifico dell’energia e delle sue trasformazioni”, contenente tutti i materiali e le schede per eseguire a scuola giochi ed esperimenti sull’energia. Ecco l’elenco delle scuole vincitrici, che in questo anno scolastico potranno utilizzare gli scatoloni scientifici:

Scuola Elementare “Casini”, via Pian del Mugnone 1 - Firenze Scuola Elementare di piazza Marconi – Limite sull’Arno – FI Scuola Elementare “Collodi”, via Maffei, 44 - Firenze Scuola Elementare “S. Quirico”, via di Poppiano, 100 – Montespertoli – FI Scuola Elementare di Reggello, Via M. Guerri 46 – Reggello Scuola Elementare “Duca d’Aosta”, piazza I Maggio, 13 Firenze Scuola Elementare Matassino, via Toti, 4 – Figline Valdarno – FI Istituto “Regina Mundi”, via Giovanni XXIII, 2 - Matassino – Reggello – (FI) Istituto Comprensivo “Dino Campana”, via S. Benedetto 5 – Marradi- FI

 Riciclare i rifiuti? Si impara in classe

Riciclare i rifiuti? Si impara in classe

Quanto vive un pezzo di carta sotto terra? È vero che una bottiglia di plastica pressata diventa piccola come una pallina da ping pong? Questi esperimenti, e molti altri, sono stati realizzati dai ragazzi di alcune scuole fiorentine per capire l’importanza del riciclaggio dei rifiuti. Un progetto coordinato dalla Fondazione Scienza e tecnica ha coinvolto molte classi delle elementari e medie del Quartiere 5 di Firenze. Attraverso la ricostruzione di situazioni del mondo reale, i bambini e i ragazzi si rendono conto con i propri sensi di quanto importante sia un corretto riutilizzo e riciclaggio dei rifiuti per l’umanità intera e per il loro microcosmo personale. Ad ogni classe è stato fornito lo “scatolone scientifico” della Fondazione che contiene tutto il materiale per svolgere giochi ed esperimenti sui rifiuti.


Manifestazioni per il bicentenario della nascita di Antonio Meucci

Nell'Aprile del 2008 ricorre il bicentenario della nascita di Antonio Meucci (Firenze, 13 Aprile 1808 - New York, 18 Ottobre 1889), universalmente riconosciuto come l'inventore del telefono ed uno dei grandi personaggi che hanno contribuito a rappresentare creatività e scienza fiorentine. La Facoltà di Ingegneria dell'Università di Firenze ha preso l'iniziativa di dar vita a un “Comitato Nazionale per le manifestazioni per il bicentenario della nascita di Antonio Meucci" che è stato riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Le manifestazioni si articolano in due parti e si chiuderanno nell'Aprile 2009. La prima parte (Aprile-Giugno 2008) si propone di ricordare la figura e l’opera dell’illustre “ingegnere” fiorentino e di offrire un momento di riflessione sul presente e sul futuro delle telecomunicazioni sia dal punto di vista dell’innovazione tecnologica, sia per quanto attiene agli aspetti giuridici, normativi, economici e sociali di questo importante settore in continuo sviluppo. La seconda parte (Settembre 2008 - Aprile 2009) è dedicata ad iniziative rivolte agli studenti delle scuole medie superiori e delle Università toscane. Sono anche previste iniziative negli Stati Uniti d'America.
http://meucci.ing.unifi.it/index.php?page=1000&;;ln=it

 

21 settembre 2007 Inaugurazione del Gabinetto di Fisica

Al termine dei lavori di recupero e restauro degli strumenti, degli arredi e dei locali del Gabinetto di Fisica dell'antico Istituto Tecnico cittadino, la Fondazione Scienza e Tecnica ne inaugura l'apertura al pubblico. Il Gabinetto di Fisica fu creato da Filippo Corridi, primo direttore dell'Istituto Tecnico Toscano, che lo dotò di una consistente collezione di strumenti come necessario supporto ai programmi d'insegnamento assai ambiziosi: "promuovere lo studio delle scienze d'applicazione, e il progresso delle utili industrie delle arti e delle lavorazioni". In seguito, sotto Silvestro Gherardi, fisico e storico della scienza, voluto dal Governo per dirigere l'Istituto negli anni di Firenze capitale, la collezione ebbe un ancora più consistente incremento e così il Gabinetto di Fisica divenne il luogo di eccellenza per lo studio e la ricerca della fisica a Firenze fino ai primi decenni del secolo scorso. La raccolta è sopravvissuta giungendo fino a noi praticamente completa anche se in condizione di abbandono. Dopo un'intensa campagna di riconoscimento, restauro e catalogazione degli strumenti è stato possibile recuperare l'intera collezione e ordinarla in maniera non dissimile da come si presentava all'inizio del XX secolo. La collezione di strumenti scientifici ottocenteschi del Gabinetto di Fisica è indubbiamente la più importante raccolta del suo genere in Italia e tra le più complete in Europa e si caratterizza per la sua omogeneità. Gli apparecchi illustrati nei manuali di fisica ottocenteschi si ritrovano, con poche eccezioni, nelle sale del Gabinetto di Fisica. Essi provengono dai migliori costruttori francesi, tedeschi e inglesi, alcuni sono stati costruiti nell'Officina annessa al Gabinetto. Accanto a moltissime apparecchiature di uso didattico se ne trovano altre più complesse e sofisticate usate nei vari rami della ricerca. Il Gabinetto di Fisica appare oggi una rara quanto incredibile "macchina del tempo", miniera di scoperte e di informazioni per studiosi di storia della scienza e della tecnica e fonte di interesse e di meraviglia per tutti i visitatori.
Visite solo su prenotazione: Info e prenotazioni 055.2343723 dal lunedì al venerdì ore 09:00-15:00
Scuole superiori: martedì e giovedì mattina Pubblico generico: ultima domenica di ogni mese (28/10: 25/11)

Costi: per le scuole che hanno prenotato anche la visita al Planetario euro 25,00 per le scuole che effettuano la sola visita al Gabinetto di Fisica euro 50,00 Pubblico generico, ingresso euro 5,00

Museobus

Il fine settimana nei Musei per vedere, scoprire e osservare
Per prenotazioni: Tel. 055.2343723 Lunedì - Venerdì ore 09:00-13:00
Nell’ambito delle attività promosse dal Comitato Nazionale per le celebrazioni galileiane, il Comune di Firenze in accordo con il Museo di Storia Naturale dell’ Università degli Studi di Firenze, l’Istituto e Museo di Storia della Scienza, la Fondazione Scienza e Tecnica, l’Osservatorio Astrofisico di Arcetri e Il Giardino di Archimede (un museo per la matematica), organizza l’iniziativa “Apriti Scienza” con l’intento di presentare al pubblico, ed in particolare a quello delle famiglie, il patrimonio scientifico della città che per l’immensa consistenza e specificità costituisce una realtà che poche città al mondo possiedono. Nell’arco dell’anno 2007, da marzo a novembre, per un fine settimana al mese, a Firenze sarà quindi più facile scoprire i luoghi e i musei scientifici con riduzioni sul costo del biglietto d’ingresso e con un programma di visite guidate offerte gratuitamente. Per favorire le osservazioni celesti le date degli appuntamenti sono state scelte in relazione al calendario delle fasi lunari.
Scarica il programma completo >>

Museobus

Accordo di programma tra Ministero dell'Università e della Ricerca e Fondazione Scienza e Tecnica per le celebrazioni del 350° anniversario dell'Accademia del Cimento (1657 - 1667). Il progetto intende promuovere, attraverso un'articolata serie di attività, la valorizzazione del patrimonio storico-scientifico dell'Accademia del Cimento, contemporaneamente, condurre un adeguato programma di divulgazione dell'eccezionale documentazione, testuale e materiale, che ne ha intessuto la storia. Il progetto si avvale della collaborazione dell'Istituto e Museo di Storia della Scienza. Le attività previste sono: · Pubblicazione on-line (formato immagine e formato testo) della corrispondenza dell'Accademia del Cimento · Pubblicazione on-line in formato immagine dei 3 volumi dei Diari dell'Accademia · Pubblicazione on-line in formato immagine dei 12 volumi manoscritti relativi alla meteorologia · Pubblicazione on-line (formato immagine e formato testo) dei Saggi di naturali esperienze · Catalogazione degli strumenti di vetro (barometri, termometri, termoscopi etc.) conservati presso il Museo di Storia della Scienza e pubblicazione del relativo catalogo in lingua inglese. · Organizzazione di un convegno internazionale in collaborazione con la Johns Hopkins University e l'Università di Cassino intitolato The Accademia del Cimento in the European Context (Firenze, 14-15 dicembre 2007).

 Video

Accordo fra la Fondazione Scienza e Tecnica e Ataf&Li-nea per il Planetario
Iniziativa rivolta alle scuole Fino ad esaurimento Venite al Planetario di Firenze in autobus ATAF&Li-nea. Noi vi regaliamo il biglietto di ritorno. Al momento della visita al Planetario, la Biglietteria Vi consegnerà gratuitamente il biglietto denominato "Bigliettone". Questo biglietto, validato a bordo dell'autobus e accompagnato dal biglietto di ingresso al Planetario, allunga di 4 ore la validità del biglietto orario Ataf&Li-nea. Conservate il Bigliettone insieme al biglietto orario di andata e al biglietto di ingresso al Planetario (da esibire insieme al controllo).

Offerta valida fino ad esaurimento.
Per ulteriori informazioni: Tel. 0552343723 Lunedì - Venerdì ore 09:00-15:00

Museobus

Per fare un albero ci vuole un fiore

dal 16 ottobre 2006 al 31 maggio 2007 Il progetto è rivolto agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, alle famiglie e al pubblico in genere e consiste nell'allestimento di un atelier scientifico. L'atelier si articola attraverso la predisposizione di specifici exhibits in cui sarà possibile osservare semi a diversi stadi di germinazione, plantule di varie specie, fiori e frutti provenienti in parte dalle collezioni storiche della Fondazione Scienza e Tecnica. Il percorso didattico, guidato da un animatore, illustrerà il ciclo biologico delle piante a partire dal seme, lo sviluppo, la struttura e la genetica. L'esperienza sarà arricchita da una parte interattiva in cui i ragazzi potranno esaminare vari tipi di frutti per scoprirne l'origine, la struttura e le differenze. Grazie al microscopio ottico si potranno osservare la sezione trasversale della foglia e la struttura interna. A completamento del percorso verrà presentato il ruolo della Direzione Ambiente del Comune di Firenze nella gestione del verde urbano con particolare attenzione al significato di scelta, di cura e di sicurezza che la presenza delle varie specie vegetali lungo le strade e nei giardini della città impone. Sarà visibile un allestimento esterno, ad opera della Direzione Ambiente, quale esempio degli effetti positivi estetico, anti rumore, anti inquinamento, del verde pubblico in città.

Lo scatolone scientifico

Spesso accade, parlando di scienza ai bambini, di premettere che l'argomento è difficile, fatichiamo a trovare le parole adatte, i nostri discorsi si annodano e finiamo con l'abbandonare l'argomento a mezzo lasciando i nostri piccoli interlocutori con una opinione di noi che è meglio non conoscere. Lo scatolone scientifico rappresenta la salvezza per tutti coloro che si vogliono cimentare con la scienza in modo facile e divertente. Anche se all'apparenza sembra insignificante, all'interno è pieno di cose meravigliose. Si tratta di oggetti strani, spesso materiali di scarto, carta, cartone, fili elettrici, cannucce, matite colorate, semplici strumenti per esperienze, e delle schede-guida in cui trovare alcuni suggerimenti e alcuni percorsi per realizzare giochi scientifici. Lo scatolone, facilmente trasportabile nelle scuole, permette agli insegnanti di proporre in modo più accattivante la scienza e di avere maggiori risposte, soprattutto semplici e divertenti per soddisfare la innata curiosità dei bambini.

A Como gli strumenti scientifici restaurati dalla Fondazione A Como gli strumenti scientifici restaurati dalla Fondazione Sono appena tornati nella sede originaria gli strumenti scientifici appartenenti alla collezione del Liceo “A. Volta” di Como, dopo un accurato restauro presso la Fondazione. Una quarantina gli apparecchi, tutti di grande interesse storico, fra i quali una rara macchina a onde di Wheatstone, un galvanometro di Nobili, una macchina elettrostatica a cilindro di stoffa e un pregevole accendilume voltiano a idrogeno. La collezione, interamente riordinata e catalogata, sarà presto esposta permanentemente nei locali del liceo intitolato allo scienziato comasco che ne fu anche direttore.
Progetto IN.F.E.A. “L’energia e l’ambiente: alla scoperta delle fonti dell’energia” Progetto IN.F.E.A. “L’energia e l’ambiente: alla scoperta delle fonti dell’energia” Dato il grande successo di visitatori e di partecipanti al progetto In.f.e.a. "L'energia e l'ambiente: alla scoperta delle fonti dell'energia" e le tante scuole che hanno preso parte al concorso abbinato (vedi sezione DIDATTICA), fino a Pasqua 2005 sarà possibile visitare l'atelier. Si tratta di una mostra guidata sull'energia, le sue fonti e le sue trasformazioni ed infine il risparmio energetico. Attraverso la predisposizione di specifici exhibit, è possibile "vedere" ed effettuare importanti esperimenti interattivi. Uno "scatolone scientifico alla scoperta dell'energia" è inoltre inserito all'interno della mostra. Lo scatolone contiene i giochi e gli strumenti necessari a seguire tutti i percorsi suggeriti dalle schede associate al materiale.
La collezione della Fondazione in un database di Oxford La collezione della Fondazione in un database di Oxford Sono 878 i records relativi ad altrettanti strumenti scientifici della collezione della Fondazione che partecipano al Online Register of Scientific Instruments, sito web http://www.isin.org. Si tratta di un database internazionale di strumenti storico-scientifici sviluppato e curato dal Museum of the History of Science di Oxford in collaborazione con la Scientific Instrument Commission dell’ International Union of the History and Philosophy of Science.

Futuro da leggere

Futuro da leggere è una mostra progettata per promuovere la preziosa collezione di almanacchi, lunari, strenne e calendari posseduti dalla Biblioteca Comunale Centrale di Firenze e databili tra il '700 e la prima metà del '900. La mostra è arricchita da alcuni strumenti scientifici concessi in prestito dalla Fondazione Scienza e Tecnica che ben rappresentano la curiosità scientifica che animava la società di quegli anni. Al tempo stesso è possibile "sfogliare" la versione digitalizzata di alcuni almanacchi, dimostrazione evidente delle nuove tecnologie e degli anni in cui viviamo. Quelle in mostra sono pubblicazioni generalmente poco conosciute e spesso sottovalutate ma dalla loro lettura emergono importanti informazioni sul contesto sociale di quegli anni, la storia del costume, la vita di corte, la realtà politica, la cultura popolare, le conquiste del progresso scientifico e una nuova percezione del tempo che anziché guardare al passato è proiettata verso il futuro. Oggi le informazioni circolano diversamente e almanacchi e lunari sono pubblicazioni pressoché "estinte", sostituite dalle numerose rubriche presenti nei nostri quotidiani e settimanali; i calendari che affollano le edicole e le librerie in questo periodo dell'anno non sono minimamente paragonabili a quelli esposti in mostra.

Galleria Home Page

Copyright 2017 © Fondazione Scienza e Tecnica