Funghi in cera

CD013-IMG0037

La collezione micologica in cera di Luigi Calamai

Animato dal proposito di aiutare a distinguere, in base alla loro commestibilità o pericolosità, le varie specie di funghi a quel tempo conosciute, Luigi Calamai (1800 - 1851), abile artista della scuola fiorentina di ceroplastica, realizzò nella prima metà del XIX secolo una pregevole raccolta di modelli micologici in cera, estremamente attinenti alla realtà.
La collezione, costituita da oltre 250 preparati e conservata originariamente al Museo di Fisica e Storia Naturale di Firenze, giunse in questa sede sicuramente dopo il 1877, grazie all'intercessione del prof. Pietro Marchi, ultimo direttore dell'Officina ceroplastica annessa al museo, divenuto poi preside dello stesso Istituto Tecnico.
L'intera raccolta è stata più volte revisionata e rideterminata e al 1995 risale l'ultimo intervento, da parte del Gruppo micologico fiorentino "Pier Antonio Micheli", al quale si devono il riordino, la classificazione, il restauro conservativo e l'ultimo aggiornamento nomenclaturale effettuato.
Quasi tutti i reperti sono illustrati e accompagnati da un'apposita scheda contenente le seguenti informazioni: oltre ai dati di catalogazione (numero di inventario e catalogo di appartenenza), viene fornito il nome aggiornato (risalente al 1995), seguito dal nome o dai nomi riportati sul catalogo originale. Chiudono la scheda alcuni dati tecnici relativi al restauro ed eventuali descrizioni dei soggetti mostrati.

 

<--- BACK

Copyright 2017 © Fondazione Scienza e Tecnica